Chiudere i centri sociali, luoghi di illegalità legalizzata

0

E’ vergognoso che in Italia, nel 2015 e nonostante un’infinità di leggi e leggine, vengano ancora tollerati i Centri Sociali, ricettacolo di gente senza arte né parte, luoghi di illegalità legalizzata dove molto spesso si ‘formano’ i criminali di domani.
Nella maggior parte dei casi, poi, chi fa parte ed è membro attivo di queste strutture le occupa abusivamente (strutture per lo più di proprietà dei comuni, magari momentaneamente in disuso) ed esaltano pubblicamene il loro reato come fosse un “diritto”. In pratica: è come se qualcuno rubasse e utilizzasse a piacimento la vostra auto poiché voi la usate poco o non la usate affatto. Però qualcosa non torna: perché per un furto d’auto la magistratura e le istituzioni intervengono all’istante (giustamente!) mentre per le occupazioni abusive (di strutture statali per altro!) fanno orecchie da mercante o, peggio ancora, chiudono un occhio e fingono di non vedere?
Urgono immediatamente provvedimenti seri e concreti: i Centri Sociali devono essere sgomberati e chiusi, e devono essere puniti severamente tutti coloro i quali continuano e perseverano in questa dubbia ‘attività’.
E’ impensabile tollerare che ci sia gente che per anni utilizza gratuitamente edifici altrui (leggi: furto continuato e aggravato) senza che lo Stato muova un dito.
Tollerare un simile atteggiamento vuol dire, di fatto, dare il placet a questi individui nel perseguire indisturbati le proprie attività e rendersi complici.

Share Button

Leave A Reply