Spazzatura e monnezza: liberiamo Roma da Marino

0

de Il Mal Destro – Mentre il Consiglio Comunale è impegnato nell’organizzazione del Celebration Day (per la registrazione di 22 coppie gay) e nell’ideazione e promozione del GRAB (il Grande Raccordo Anulare per le Bici), Roma sprofonda nei rifiuti. E suonano patetiche le rimostranze del Sindaco Marino verso Colari e il loro presunto “boicottaggio” attuato nello smaltimento quotidiano.

E’ di ieri la lettera di Manlio Cerroni al Sindaco – su Il Tempo – dove, protocollo per protocollo, data per data, enuncia tutti gli avvertimenti e tutte le istanze promosse da Colari al fine di avvertire Marinoche la fine della Città non poteva che essere questa, sotto gli occhi di tutti.

Ma il nostro prode Primo cittadino non riesce a fare altro che proclamare l’ennesimo e ripetuto “complotto” ai suoi danni, a profetizzare nuovi e progressivi rimedi, a sottolineare che solo lui è in grado di ripulire e modernizzare la nostra Città.

Siamo all’ennesima pantomima, sono passati ormai due anni dal suo insediamento e Roma è sempre più abbandonata a se stessa, sempre più ostaggio di un Sindaco incapace e inconcludente.

Lo stato di abbandono di Roma, la manifesta inadeguatezza di Marino e della sua Giunta, l’inerzia di questo Consiglio Comunale, il degrado delle Istituzioni, la dilagante anarchia sociale ed il proliferare di presunte “vittime” sempre pronte a far valere i propri diritti senza mai assumersi un solo dovere. Roma non merita questo.

Liberiamo Roma da Marino e ridiamo dignità e valore ala nostra Città, alla Capitale d’Italia.

Share Button

Leave A Reply