Dalle segnalazioni dei lettori nuove truffe a Roma con gattini e chiavi

0

Dopo il l’articolo di pochi giorni fa sulle truffe più in voga nella Roma di Marino in questa estate 2015, ci sono arrivate numerose segnalazioni da parte di altrettanti lettori.
Oltre alla truffa del sale, della cera e della donna incinta in procinto di partorire, abbiamo selezionato altre due modalità che i delinquenti utilizzano per rubare gli effetti personali delle ignare vittime.
Il gatto sotto l’auto – Sali in auto, stai per girare la chiave e mettere in moto, quando qualcuno attira la tua attenzione, guardando preoccupato sotto la tua vettura. “Che fa questo qui?” pensi tu, mentre inizi a tua volta a infastidirti. Poi lo sconosciuto si avvicina e con due occhioni grandi e preoccupati ti informa:
‹‹Guardi che sotto la sua auto c’è un cucciolo di gatto. Se mette in moto e parte lo uccide!».
Tu a quel punto non sai cosa fare, anche perché lo sconosciuto, così come è arrivato inizia ad allontanarsi. Scendi dall’auto, ti accovacci per guardare quel povero cucciolo indifeso che rischia la vita, ma… non vedi nulla. Il gattino non c’è o sono i tuoi occhi a giocarti un brutto scherzo? E quando alzi la testa e rientri nell’auto perché il gattino sotto l’auto (se c’era) probabilmente se n’è andato, è scomparsa anche la tua borsa!

Le chiavi di casa – stessa scena di prima: Sali in auto e metti in moto. Nel frattempo uno sconosciuto, solitamente ben vestito – magari in giacca e cravatta, con una valigetta in mano – ti bussa al finestrino ‹‹Guardi – ti apostrofa indicando un punto a pochi metro dalla tua auto– ha perso le chiavi! ». ‹‹Quali chiavi?» rispondi tu, presa alla sprovvista. ‹‹C’è un mazzo di chiavi lì per terra – continua lui – credo le siano scivolate dalla borsa quando ha preso le chiavi della macchina». A quel punto tu, anziché guardare in borsa per vedere se effettivamente hai perso un mazzo di chiavi, ingenuamente scendi dall’auto lasciandola incustodita. Lo sconosciuto nel frattempo si è allontanato, ma tu fai qualche passo avanti cercando ‘quelle’ le chiavi. Chiavi che, ovviamente, non ci sono. E allora torni indietro, imprecando per aver perso minuti preziosi e il copione è lo stesso: i tuoi effetti personali non ci sono più!

Share Button

Leave A Reply