Ogni limite ha la sua pazienza

0

No, non siamo impazziti: vogliamo solo citare il Principe De Curtis, in arte Totò.

La storia del Sindaco Marino, le ennesime dimissioni nella sua Giunta – questa volta del vice sindaco Nieri – la cantilena retorica del Pd nel difendere un sindaco ‘pulito’ ci hanno fatto venire in mente Totò e la sua Banda degli Onesti. Impegnati nel produrre e stampare moneta falsa, capaci di nascondersi e lavorare nel buio, ma assolutamente ‘onesti’ da non riuscire a smerciarla.

Ecco, anche Marino ha avuto al suo fianco il mitico Peppino De Filippo con le scarpe con lo scrocchio, il figlio nella Guardia di Finanza a ricordargli la legge, la moglie megera a ricondurla alla realtà.
È come Totò, dopo averle provate tutte, il sindaco Marino si è accorto di essere onesto…

Share Button

Leave A Reply