Roma è il futuro della storia. Costruiamolo insieme – 1

0

di Redazione –

Da oggi pubblichiamo il progetto VALORE ROMA, elaborato da Insieme per l’Italia per catalizzare l’aggregazione delle migliori forze della società civile e rendere fattivo ed attuabile un vero cambiamento nella gestione politica ed amministrativa della nostra Città.

Il progetto è stato elaborato in tempi non sospetti – sono ormai passati quasi diciotto mesi dalla sua pubblicazione sulle pagine de Il Tempo – quando già era evidente l’incapacità e l’incoerenza del Sindaco Marino , quando Renzi ed il PD difendevano a spada tratta una Giunta capitolina che aveva strangolato e reso impotente l’intera macchina amministrativa della Città, quando ancora Mafia Capitale era uno spettro nascosto nei meandri della burocrazia e del malaffare.

Il futuro di ROMA è una città SICURA \ VIVIBILE \ RAZIONALE \ VINCENTE, amministrata da persone oneste e capaci, che rispetta le leggi, che è attenta al prossimo, che valorizza i suoi beni, che costruisce insieme un futuro migliore.

Roma è il futuro della storia. Costruiamolo insieme.

UNA CITTA’ SICURA CHE RISPETTA LE LEGGI

Prevenzione Dare vita ad un concreto, puntuale Piano di prevenzione dei rischi di una grande metropoli quale Roma Capitale.

Analizzando la complessa macchina amministrativa per individuare: le aree di pericolo in termini di corruzione ed inefficienza; le dinamiche fuorvianti nell’assegnazione delle responsabilità apicali e decisionali con una rotazione virtuosa delle assegnazioni degli incarichi; le aree di disagio sociale e le persistenti mancanze in termini di infrastrutture e manutenzione.

Sfoltendo, modificando ed ottimizzando il groviglio di cavilli legislativi e burocratici dentro i quali gli sprechi e la potenziale corruzione si annidano.

Istituendo i vigili di quartiere, un piano più organico e puntuale di video-sorveglianza della Città, la riforma del corpo della Polizia Locale – mediante la creazione di un reparto specializzato nella lotta al commercio abusivo e nella prevenzione e repressione della mendicità, dell’accattonaggio minorile e dell’offerta di manodopera clandestina.

Ponendo la massima attenzione sul proliferare di Moschee abusive e la lotta all’integralismo islamico ed ai “predicatori” di odio

Decretando la chiusura dei campi nomadi abusivi ed il controllo effettivo di quelli regolari per procedere ad una progressiva eliminazione.

Delineando strategie, poteri e termini sanzionatori applicabili ed efficienti nella lotta all’abusivismo, alla contraffazione, alla dilagante cultura dell’illegalità.

Trasparenza Non ci può essere legalità senza una reale, comprensibile trasparenza da parte dell’Amministrazione. La città digitale è il naturale approdo di questo approccio.

Gli strumenti e le strategie attualmente in essere – oltre a non essere compiutamente realizzate – non risolvono in pieno le esigenze e non sono in grado di essere funzionali ad un corretto approccio di prevenzione.

Nel completare, migliorare e rendere obbligatorio – a tutti i livelli – questo percorso, è di prioritaria necessità prevedere e realizzare un nuovo livello di comunicazione di più immediata comprensione per la cittadinanza.

Controllo Un controllo efficiente ed efficace passa dalla scelta giusta delle persone e da un progetto strategico integrato.

Basta con i conflitti di interesse tra controllato e controllore; più rigidi criteri di selezione morale e professionale delle figure preposte; definizione dei processi e delle tempistiche di intervento; determinazione dei poteri sanzionatori e inibitori – attuabili e praticabili – degli organismi preposti.

Coinvolgimento della cittadinanza – attraverso meccanismi di selezione di rappresentanza delle professioni e dei mestieri – nella composizione degli organismi e dei processi di controllo.

Sanzione La certezza della pena non può essere arbitraria e soggetta all’intervento di non si sa più quanti “tribunali” competenti.

Sfruttare al meglio le nuove prerogative di Roma Capitale – con un migliore raccordo con il potere legislativo nazionale – per avere certezza non solo dell’applicazione della sanzione ma, soprattutto, per catalizzare un forte potere inibitorio nei confronti di chi, delle leggi, non ha più paura.

Nell’ambito dei processi direttamente legati alla funzione dell’Amministrazione, vogliamo identificare sanzioni – applicabili ed applicate – in grado di inibire, a quanti condannati; l’accesso ai servizi, alle procedure, alla partecipazione a bandi, gare, autorizzazioni, agevolazioni, facilitazioni che l’Amministrazione è in grado di erogare.

Chi vive a Roma, chi vuole essere parte della sua vita economica e politica, chi sceglie Roma come approdo o come luogo simbolo della sua protesta, chiunque abbia a che fare con la nostra Città deve essere consapevole che le leggi vanno rispettate e che non ci può più essere tolleranza per chi, di queste leggi, non ne vuol sentir parlare.

Vogliamo garantire Diritti per tutti ma nella certezza che ognuno senta di dover rispondere a precisi Doveri che non possono essere prevaricati da nessun alibi di presunta discriminazione o intolleranza.

Roma deve essere una città accogliente, tollerante, inclusiva ma solamente con quanti Roma la rispettano, la amano, la vivono con partecipazione e non nell’illegalità e nell’anarchia assoluta.

-/.

Share Button

Leave A Reply