Sta arrivando il Natale, ma non si può dire !

0

de Il Mal Destro –

Cari amici, care amiche ci attendono giorni lunghi e perigliosi: si avvicina il Natale, dicembre ci offre una pletora di Santi da festeggiare, l’albero incombe, il presepe si affaccia ma, attenti: non si può dire !

Non è politicamente corretto, qualcuno può risentirsi, i bambini non cristiani ne soffrono: è proprio un bel guaio e chi glielo dice ai miei amici Andrea, Ilaria, Claudio, Lucio, Barbara, Nicola, Ambrogio, Valerio, Giulia, Lucia, Tommaso, Stefano (e chissà quanti altri, la Chiesa è piena di “tranelli” con più di un santo al giorno ….) che non potrò fargli gli auguri di buon onomastico se non per”mezze parole” (come Totò ed il suo “birra e salsicce”) e, tantomeno, augurargli buon natale (magari passa un generico Buone Feste … chissà).

E, per favore, spegnete le chiese, coprite i crocefissi, nascondete il Panettone (reazionario al pari della Colomba di Pasqua), la Torta Angelica è fuorilegge, gli Struffoli possono essere sequestrati, il Cappone e il Capitone ….. vietatissimi. E non provate a fare i regali ….. simbolo retrogrado di una società reazionaria.

“Te piace ‘o Presepio ? “ . “A me non piace. E non viene neanche bene”

Non ci resta che la tombola, magari un sette e mezzo (il Mercante in Fiera è fuori discussione) o, più semplicemente, “fumarci la pipa e metterci a dormire” come recitava il grande Eduardo.

“Vedete se è possibile che un uomo alla sua età si mette a fare il presepio. So’ juta pe’ le dicere:-Ma che ‘o ffaie a fa’?

Sapete che mi ha risposto:-O faccio pe’ me, ci voglio scherzare io!””.

 

Share Button

Leave A Reply